Blog verso noi affinchГ© amiamo i pellicola e vogliamo nondimeno scoprirne di nuovi

Blog verso noi affinchГ© amiamo i pellicola e vogliamo nondimeno scoprirne di nuovi

Buon lunedì tramonto verso tutti voi gentili lettori! E’ un diletto oggidì parlarvi di questo film straordinariamente toccante, modello nella sua struttura e straordinariamente eseguito dalle sue protagoniste. Un ovazione vivissimo verso Julianne Moore, Meryl Streep e la camuffata Nicole Kidman (per mio avviso riconoscibilissima a causa di il linea degli occhi di più perché per le movenze) durante la loro impeccabile affermazione e al organizzatore David Daldry perché è riuscito per rendere al preferibile il storiella di Michael Cunningham. Tocco di eccellenza senza identico sono le colonne sonore di Philip Glass (The Truman spettacolo), completamente da non lasciarsi scansare. Premetto affinché le vicende riportate di Virginia Woolf così come le parole dalle sue studio letterario sono vere.

La vicenda è ambientata per tre epoche differenti e narra le vicende di tre donne infelici e turbate dalla propria vita, nella che non si rispecchiano affatto. Negli anni ’20 non di più al di là Londra vive Virginia Woolf, scrittrice consumata dalla marcata avvallamento affinché la ingresso unito ad occupare istinti suicidi. Durevolmente accudita dall’amorevole coniuge, durante un periodo di stimolo si getta nella stesura del conveniente volume “La regina Dalloway”. Negli anni ’50 per Los Angeles anziché vive l’apparentemente serena Laura Brown anch’essa sposata, ma per mezzo di un prodotto ridotto ed un secondo in arrivo. La bella Laura si prepara durante accogliere festosamente il natale del consorte, ciononostante il testo in quanto sta leggendo la fa sprofondare con una voluta di pensieri. Finalmente ai nostri giorni a New York City vive la frenetica e malinconica Clarissa per mezzo di la sua compagna. La donna sta organizzando un’importante gioia al superato caro ed amante Richard, finalmente sconvolto di AIDS. A causa di l’evento si presenta a edificio di Clarissa un esperto tenerezza di Richard che all’improvviso le scatena una sfilza di pensieri. Tre epoche diverse, tre vite differenti, eppure un’unica popolare sofferenza…

Superlativo il sistema mediante cui ci viene consiglio la fatto, ovverosia quasi sarebbe piuttosto preciso manifestare LE storie. La disposizione ГЁ quella di una matriosca, invero le tre donne hanno legami frammezzo a loro cosicchГ© al principio sembrano abitare le semplici abitudini giornaliere, laddove successivamente si focalizzano sopra presente libro e molto piГ№ in avanti, modo il loro di ruolo orientamento erotico. Mi ha stupito presente questione, con l’aggiunta di giacchГ© diverso non mi aspettavo fosse ampio per tutte le protagoniste e molti gente attori del cast.

Arcano, gentile, afflitto e tragico in le sue vicende narrate scarso verso modico, per mezzo di la stessa indolenza insieme http://datingmentor.org/it/dabble-review cui cadono e si poggiano unito sull’altro i fiocchi di distesa immacolata l’inverno (metafora usata da Laura nel film). I monologhi così amari e commoventi hanno la abilità di infiltrarsi l’animo dello astante giacché pende insolito e angustiato dai gesti e le parole di queste donne. “The hours” è riuscito ad avvolgermi durante un’atmosfera intima dove ciò affinché enumerazione veramente è scartocciare con cautela la propria residente; si ha la percezione di alloggiare come le protagoniste, non trovando una via d’uscita ad una energia perché nessun estraneo vede murata, di più a noi stessi.

A eseguire un ricamo silenzi, estraniamenti, pensieri, atti e tentennamenti sono le rassicuranti e durante niente noiose melodie suonate più che altro al pianoforte. Queste riescono per indirizzare un conoscenza di sofferenza d’animo e di ammutolito strazio in quanto raramente giunge dunque dritto al centro, o quanto meno al mio. Sublimi i soundtracks così, non una segno al di là posto… al momento una turno unito straordinario prodotto da pezzo di Philip Glass. La ammonimento di una delle protagoniste ad partenza e morte film racconta le conclusioni tristemente consapevoli di chi non ha trovato altra sospensione alle proprie asta, qualora non quella giacché ci viene mostrata.

Mi è piaciuto moltissimo appena siano state riprodotte accuratamente le tre differenti epoche in cui si snoda la vicenda. Disposizione delle case, apparato, accessori di qualunque genere, costume, acconciature, abitudini e parlantina sono tutti aspetti straordinariamente curati e cosicché accostate le une alle altre si accidente spicco fra loro. La fotografia curata da Seamus McGarvey (“The Avengers”) è agevolmente stupenda e concorre anch’essa per comunicare presente permanente maltrattamento allo uditore.

Da non svalutare i problemi di queste donne, non è argomento banale la accasciamento e numeroso minore chi ne soffre. Non mi resta in quanto augurarvi una buona opinione e… lasciate affinché il lungometraggio vi scorra intimamente. 🙂

Deixe uma resposta